25 Giugno 2024

Neutralità climatica e soluzioni Nature Positive: il Premio sviluppo sostenibile 2024

Economia circolare, edilizia green, neutralità climatica e soluzioni nature positive sono i tre Settori dell’Edizione 2024 del Premio Sviluppo sostenibile, destinato a imprese, startup e Amministrazioni locali Italiane o che operano anche nel territorio italiano, che si siano particolarmente distinte per eco-innovazione ed efficacia dei risultati ambientali ed economici raggiunti, nonché della loro potenziale diffusione.

La 14° edizione del premio è istituita da Fondazione per lo sviluppo sostenibile ed Ecomondo-Italian Exhibition Group. La partecipazione al Premio, inviando la propria candidatura,  è prorogata fino al 30 luglio. 

In particolare il Premio Amministrazioni Locali/Aziende Multiutility e/o partecipate verso la neutralità climatica e soluzioni Nature Positive è organizzato in collaborazione con Green City Network, Italy for Climate, GSE – Gestore Servizi Energetici ed è rivolto a Amministrazioni Locali e/o Aziende Multiutility e/o partecipate, che abbiano realizzato o in corso di realizzazione progetti, attività, servizi innovativi (non sono ammessi progetti non ancora realizzati) che facciano riferimento ad esempio a riqualificazione del patrimonio edilizio, piani, programmi e misure locali per abbattere le emissioni di gas serra, per la riduzione dei consumi di energia e produzione e l’uso di fonti rinnovabili (a livello di città, quartiere e distretto), Comunità Energetiche Rinnovabili, PAESC, azioni di Nature Based Solutions, gestione delle acque, azioni di aumento di capacità di assorbimento delle acque nei suoli, azioni di ripristino di unità ambientali e sistemi ecologici.

Tra questi ad esempio:

  • riqualificazione del patrimonio edilizio con soluzioni progettuali e tecniche avanzate e sostenibili, che abbia anche la funzione di sperimentare e diffondere le buone pratiche e le migliori tecniche disponibili;
  • piani, programmi e misure locali per abbattere le emissioni di gas serra;
  • piani, programmi e misure locali per l’efficientamento energetico, l’impiego di soluzioni bioclimatiche passive, la riduzione dei consumi di energia, la produzione, lo stoccaggio, la distribuzione e l’uso di fonti rinnovabili a livello di città, di quartiere e di distretto;
  • Comunità Energetiche Rinnovabili: forme di distribuzione e scambio tra prosumers mediante smart grids e meccanismi locali di sinergia come il recupero di calore di scarto da attività produttive e terziarie per soddisfare i bisogni termici residenziali;
  • piani, programmi e azioni di mitigazione e/o adattamento ai cambiamenti climatici, in particolare PAESC, a livello di quartiere, distretto, città;
  • azioni di NBS, Nature Based Solutions, come ad esempio corridoi ecologici, di cinture verdi con la riqualificazione degli spazi aperti urbani e periurbani per proteggere la biodiversità, per mitigare il rischio climatico e il dissesto idrogeologico e per ripristinare la natura, negli interventi di riqualificazione, di recupero, ma anche per le nuove costruzioni;
  • azioni di gestione delle acque in funzione della riduzione del rischio di eventi alluvionali e di dissesto idrogeologico a livello di quartiere, distretto, città;
  • azioni di gestione delle acque di deflusso urbano, per usi ricreativi, culturali, sportivi e agricoli;
  • azioni di aumento di capacità di assorbimento delle acque nei suoli e nelle aree verdi e riduzione dell’impermeabilizzazione delle pavimentazioni, dei parcheggi e di altre aree e migliorare la capacità di mitigazione delle alluvioni, aumentando la capacità di accumulo di acque in apposite aree allagabili e/o in serbatoi dedicati;
  • azioni di ripristino di unità ambientali (boschi, foreste, campi, centri abitati, corsi d’acqua) e sistemi ecologici (territori rurali e periurbani, linee di costa, bacini fluviali, valli alluvionali) come ambiti di applicazione per la valorizzazione e il rafforzamento del capitale naturale e la ricostruzione di ecosistemi sani, e il ripristino anche attraverso l’adozione di buone pratiche per la preservazione dei suoli.

Verranno premiate 10 imprese o Amministrazioni locali per ogni settore. Le prime classificate di ogni settore riceveranno il “Primo Premio sviluppo sostenibile 2024”, le altre nove di ogni settore riceveranno una targa di riconoscimento.

La premiazione avrà luogo a Ecomondo, presso il quartiere fieristico di Rimini, giovedì 7 novembre 2024. 

La partecipazione al Premio è libera e gratuita. Possono partecipare alla selezione per l’attribuzione del Premio per lo sviluppo sostenibile 2024 tutte le imprese, startup e le Amministrazioni Locali e/o partecipate che ritengono di avere i requisiti contenuti nel Regolamento e che compilino la scheda di adesione, entro il 30 Luglio 2024.
  • News da I4C,Stakeholder

    17 Luglio 2024

    Elettrificazione del settore automotive – Stakeholder Forum I4C

    Il 2 luglio si è svolto un nuovo appuntamento dello Stakeholder Forum sul Clima

  • News da I4C

    11 Luglio 2024

    Falsi miti sulle rinnovabili per i giornalisti: al via il nuovo corso per l’OdG

    La crisi climatica è la principale sfida del nostro tempo e, per essere affrontata,

  • News da I4C

    5 Giugno 2024

    Europa, un voto per il clima: il nuovo report alla vigilia delle elezioni

    Alla vigilia delle elezioni europee, abbiamo realizzato un rapporto dettagliato che sfata i falsi miti