Race to Zero è la campagna, promossa dalle Nazioni Unite, dedicata a tutti gli attori non governativi – imprese, università, operatori finanziari, città e Regioni – impegnati nel raggiungimento della neutralità carbonica entro la metà del secolo in corso (da cui il nome della campagna “Corsa verso lo zero”).

La campagna è guidata da Nigel Topping e Gonzalo Muñoz, gli High-Level Climate Champions for Climate Action.

Attualmente Race to Zero mobilita 22 regioni, 45 grandi investitori, 452 città, 549 università e 1.101 imprese.

PERCHÉ “ZERO”

 

“Zero” fa riferimento alla neutralità carbonica, cioè all’obiettivo di zero emissioni nette – anche detto obiettivo Net Zero. Neutralità carbonica significa raggiungere un pieno bilanciamento tra le emissioni di carbonio derivanti dalle attività umane, che devono essere ridotte il più possibile, e gli assorbimenti di carbonio (realizzabili ad esempio attraverso la crescita del patrimonio forestale o tramite specifiche tecnologie di cattura). Raggiungere la neutralità carbonica entro la metà del secolo è, secondo la comunità scientifica (vedi il Rapporto speciale dell’IPCC, l’organo tecnico della Convenzione ONU sul clima), il target sulle emissioni di gas serra che il mondo deve perseguire per realizzare l’obiettivo, sottoscritto da 195 Paesi con lo storico Accordo di Parigi del 2015, di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto al periodo preindustriale.

COM’È NATA

 

Race to Zero è parte della Climate Ambition Alliance, la più grande coalizione globale per la neutralità climatica. Fanno parte dell’Alleanza non solo gli attori di Race to Zero ma anche un gruppo virtuoso di 120 Governi che si sono posti l’obiettivo della neutralità climatica entro metà secolo e che spingono tutti i Governi ad adottare obiettivi altrettanto ambizioni in vista della prossima COP26 che si terrà a Glasgow a novembre 2021. La Climate Ambition Alliance copre oggi quasi il 25% delle emissioni globali di CO2 e oltre il 50% del PIL mondiale.

COME SI ADERISCE

 

Race to Zero si configura come una “campagna ombrello”, che mobilita tutte le iniziative e network dedicate agli attori non governativi che si impegnano per la neutralità carbonica. I singoli attori (imprese, enti locali, investitori, etc.) possono entrare a far parte di Race to Zero aderendo a una delle iniziative o network partner ufficiali della campagna. Le iniziative partner di Race to Zero devono assicurare che tutti i soggetti aderenti rispettino quattro requisiti minimi di azione climatica (le quattro P):

  1. Pledge – impegnarsi: perseguire l’obiettivo a livello di organizzazione delle emissioni nette zero al 2040 o al più tardi entro la metà del secolo in corso.
  2. Plan – pianificare: prima della prossima COP26 stabilire un target intermedio in linea con un taglio delle emissioni globali di carbonio del 50% entro il 2030 e le azioni che verranno intraprese per raggiungere l’obiettivo Net Zero
  3. Proceed – agire: mettere in campo azioni immediate per il raggiungimento dell’obiettivo Net Zero e in linea con i target intermedi
  4. Publish – rendicontare: rendere pubblici ogni anno i propri progressi verso l’obiettivo della neutralità carbonica

CONTATTACI

 

Per maggiori informazioni o altre richieste, non esitare a scriverci compilando il form qui sotto o mandando una mail a info@italyforclimate.org

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

    NEWS DA RACE TO ZERO