19 Giugno 2023

Nel 2022 crolla il mercato delle auto elettriche in Italia, siamo gli unici in UE

auto elettricheNel 2022 l’Italia ha registrato un crollo generale delle nuove immatricolazioni di automobili, con solo 1,3 milioni di unità vendute (un valore persino più basso del 2020). Il calo ha riguardato tutti i tipi di automobile, sia tradizionali che alternative, eccetto le ibride (HEV) che hanno registrato una timida crescita (+6%, con quasi mezzo milione di auto vendute).  

Ma a calare sono state soprattutto le auto elettriche, in particolare quelle pure che hanno visto un crollo del 27% rispetto al 2021, con solo 49 mila unità vendute. Per le ibride plug-in il calo è stato più limitato (-6% e 65 mila unità vendute).  

L’arresto del mercato delle auto elettriche è uno dei 10 key trend sul clima che l’Italia ha registrato nel 2022, particolarmente negativo anche perché ci troviamo in piena controtendenza con la media europea: infatti in Europa il numero di auto elettriche vendute è cresciuto in media del 28% e il numero di immatricolazioni ha raggiunto valori molto più alti negli altri grandi Paesi europei, come le 203 mila auto elettriche vendute in Francia o le 471 mila in Germania. 

Ancora il 25% delle emissioni nazionali è oggi legato al settore dei trasporti e due terzi di queste emissioni sono da attribuire alle automobili. Questo dato non sorprende, se consideriamo l’enorme consistenza del parco auto nazionale costituito da 40 milioni di automobili (l’Italia ha tra i più alti tassi di motorizzazione in Europa). Inoltre, il parco auto italiano è davvero vetusto, infatti, in Italia un’auto ha oggi in media 11,8 anni e il 30% delle automobili appartengono a categorie inferiori alla Euro-3.  

auto elettricheLe auto elettriche sono più efficienti e hanno rendimenti molto più elevati dei motori diesel e benzina. Oltre a non generare emissioni di CO2 mentre circolano (cioè al tubo di scappamento), i mezzi elettrici non generano inquinamento dell’aria nelle città e sono anche meno rumorosi. Se combinati con una generazione elettrica sempre più rinnovabile, costituiscono davvero una tecnologia chiave per la difficile decarbonizzazione del settore dei trasporti. 

Le auto elettriche sono importanti, ma non sono tutto: dobbiamo ricordare che, soprattutto in luoghi come le città, la vera sfida non è (solo) passare all’elettrico, ma piuttosto favorire la diffusione e il rafforzamento della mobilità alternativa. Politiche e strumenti in favore della ciclo-pedonalità, della mobilità pubblica e condivisa, della riconversione degli spazi urbani da luoghi dedicati alla circolazione delle automobili a quella delle persone, sono ancora troppo assenti dal dibattito nazionale ed europeo: ed è proprio su questo che oggi dobbiamo insistere di più.  

  • Pillole

    16 Febbraio 2024

    #Milluminodimeno: come è messa l’Italia sul risparmio energetico?

    Oggi 16 febbraio si celebra l’iniziativa “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico

  • Pillole

    12 Febbraio 2024

    Cosa è la neutralità climatica e qual è il ruolo degli assorbimenti?

    Da quando abbiamo siglato l’Accordo di Parigi nel 2015, la comunità scientifica ha

  • Pillole

    23 Gennaio 2024

    Carbon budget: cos’è e perché non va sperperato

    Spendereste più denaro di quanto avete, anche se farlo metterebbe a rischio il